Cos’è il Body Detox?

Disintossicarsi con la microelettrolisi

ll numero delle persone con problemi derivanti dall’accumulo di tossine è in costante aumento, la premessa per una positiva soluzione di molti disturbi è spesso legata ad una profonda disintossicazione.

Il BODY DETOX è un dispositivo elettrico-idroterapico, un’apparecchiatura per il benessere, non diagnostica né tratta le malattie. Può essere utilizzato specificatamente per la disintossicazione e in sinergia con le cure prescritte dal medico, come supporto per numerosi disturbi:

  • body detox4Energizzazione in ogni situazione di affaticamento
  • Attenuazione del dolore artritico
  • Coadiuvante nelle terapie bronchiali e nelle infezioni della cavità nasale
  • Tensioni muscolari
  • Dolori muscolari
  • Sovrappeso
  • Cellulite
  • Sofferenza renale
  • Ritenzione di liquidi, edemi
  • Gonfiori
  • Intossicazioni epatiche
  • Disfunzioni intestinali
  • Iperacidità
  • Intossicazioni da metalli pesanti.
  • Anti-stress
  • Iper e ipotensione
  • Difficoltà circolatoria
  • Sudorazione eccessiva, cattiva odorazione
  • Gambe pesanti
  • Tensione nervosa
  • Iperattività
  • Insonnia
  • Pelle secca, pelle impura, irritata
  • Problemi alle membrane e alle mucose
  • Disturbi metabolici e del microcircolo
  • Coadiuvante nelle terapie del dolore

COME FUNZIONA

L’idea di utilizzare le frequenze elettromagnetiche per curare diverse patologie risale agli anni trenta, per merito del medico inglese Royal Rife.

Associare l’emissione di frequenze polarizzate all’elettrolisi debole rappresenta oggi la modalità più innovativa per la disintossicazione del corpo.

Nel processo elettrolitico, per mezzo di due elettrodi immersi nell’acqua, viene applicata una tensione che produce un flusso di corrente. Questa corrente, scorrendo nel liquido, genera particelle caricate elettronicamente: gli ioni. L’acqua della vasca in cui sono immersi i piedi diviene un’estensione dell’acqua del corpo, separata solo dalla sottile membrana porosa della pelle.

Secondo il premio Nobel Albert Szent-Gyorgyi, la creazione di un flusso di ioni è la premessa per il trasporto di elettroni, in quanto uno ione caricato negativamente trasporta uno o più elettroni supplementari: l’attivazione di questi elettroni è il passo decisivo verso la disintossicazione e la liberazione dalle scorie.

Con il metodo della disintossicazione attraverso la microelettrolisi è pertanto possibile eliminare le sostanze tossiche a livello sia intracellulare che extracellulare e ciò rappresenta un decisivo vantaggio rispetto ai metodi biochimici-farmacologici finora impiegati, efficaci esclusivamente nel settore extracellulare.

Le sostanze tossiche, neutralizzate per mezzo del processo sopra descritto, potranno essere espulse con maggiore facilità dal corpo attraverso gli organi normalmente deputati a questa finalità, ovvero i reni, il fegato, la pelle, il sistema linfatico e i polmoni.

Una parte di tossine sarà eliminata per osmosi attraverso i pori della pelle già durante il trattamento e ciò sarà visibile tramite il processo elettrolitico (colorazione e precipitati nell’acqua salina della bacinella) ed una parte continuerà ad essere eliminata anche dopo il trattamento in quanto viene stimolata la capacità del corpo di disintossicarsi e liberarsi delle scorie attraverso il sudore, le urine. Quanto più regolari saranno le applicazioni, tanto più profondo e duraturo sarà l’effetto disintossicante.

CONTROINDICAZIONI

  • Portatori di pacemaker o di altre apparecchiature elettriche, elettromagnetiche.
  • Trapiantati (con impianti metallici, giunture, anche, …non vale per i denti.
  • Pazienti in cura psichiatrica-psicologica
  • Pazienti con ipotensione significativa.
  • Epilettici
  • Donne in gravidanza o in allattamento.
  • Pazienti con cancro del sangue
  • Pazienti in trattamento chemioterapico e/o radioterapico
  • Pazienti con iperemia cardiaca
  • Diabetici gravi o in dialisi (su consiglio medico)
  • Pazienti che assumono farmaci salvavita (su consiglio medico)
  • Pazienti con ferite aperte ai piedi (è possibile, in alternativa, immergere le mani)
  • Pazienti con gravi patologie (su consiglio medico)

COME SI USA

Si immergono i piedi nella vaschetta protetta da una guaina in plastica che contiene acqua e sale. All’interno della bacinella viene posto l’elettrodo collegato all’apparecchiatura (le guaine si sostituiscono ad ogni trattamento, l’acqua sporca che rimane all’interno a fine trattamento si getta via con la guaina, ciò consente di garantire a ciascuno la massima igiene). La durata media di un trattamento è di 30 minuti, durata e numero dei trattamenti sono stabiliti in base alle necessità individuali. L’elettrodo con l’uso si consuma e dopo circa 25 trattamenti va sostituito.

A fine trattamento già percepiamo i primi effetti positivi. L’effetto dell’applicazione perdura per alcuni giorni, durante i quali il corpo mantiene lo stimolo all’autodetossificazione.

La combinazione di acqua (composizione dell’acqua utilizzata), metallo (elettrodo), sale, elementi presenti sulla pelle (creme, saponi, …) tipo di pelle, può produrre colorazioni differenti. Solo l’esperienza e la continua osservazione portano a capire quali siano i reali prodotti della detossificazione.

In via del tutto indicativa, si possono osserva le seguenti corripondenze:

  • Giallo-verde = reni, vescica, tratto urinario, prostata, apparato uro-genitale.
  • Arancione = giunture, articolazioni.
  • Marrone = fegato, tabacco, scorie.
  • Nero = fgato, vescichetta biliare, metalli pesanti.
  • Verde scuro = fegato, vescichetta biliare, stress, sistema nervoso.
  • Schiuma bianca =  sistema linfatico.
  • Chiazze bianche = lieviti, fenoli, ammoniaca.
  • Chiazze nere = metalli pesanti.
  • Chiazze rosse = coaguli sanguigni

SCARICA IL DEPLIANT DEL BODY DETOX

Zea Consiglia

[products ids=”6308, 6436″ sku=””]
Condividi:

6 comments on “Cos’è il Body Detox?

    • Si certo viene eliminato dall’organismo anche l’arsenico, non in una sola seduta ma con un ciclo di 10 trattamenti da 30 minuti si riescono ad espellere dall’organismo una parte di tossine (arsenico compreso) per osmosi attraverso i pori della pelle ed una parte continuerà ad essere eliminata anche nei giorni successivi (fra un trattamento e l’altro) in quanto viene stimolata la capacità del corpo di disintossicarsi e liberarsi delle scorie anche attraverso il sudore e le urine. Quanto più regolari saranno le applicazioni, tanto più profondo e duraturo sarà l’effetto disintossicante. Si consigliano i primi 3 trattamenti in 3 giorni consecutivi e poi per 3 volte a settimana.

    • Salve, le immagini si riferiscono ad un giovane di 26 anni fumatore ma sano. Sono veramente tante le tossine che si accumulano nell’organismo, e non solo nei fumatori! E’ un trattamento che lascia sempre “sorprese” a chiunque lo faccia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.