Cos’è la Numerologia Pitagorica?

Lo studio del significato simbolico dei numeri semplici da 1 a 9 per conoscere il carattere di una persona, i suoi influssi energetici e quali fini raggiungere nella vita. Con un semplice calcolo aritmetico la numerologia permette di scoprire potenzialità nascoste, aspirazioni intime e limiti del carattere di ognuno.

Tutti i valori e gli ideali,che per millenni hanno dato certezze agli uomini nella lotta per la conquista del vero, hanno perduto ai giorni nostri la loro forza o sono ignorati.

Filosofia, scienza e religione, arte e cultura non sono in grado di colmare il vuoto da loro lasciato non potendo rispondere a quell’intima esigenza dell’uomo di trovare qualcosa che susciti sicurezza e che dia quella salda convinzione per vivere la vita da essere attivo e consapevole. Un essere cioè capace di una sua propria creatività e moralità non condizionato dagli esempi e comportamenti imposti dai mass-media. Tuttavia si fa sempre più strada, fra persone sensibili e attente, un forte stimolo a scoprire in se stessi una realtà certa e sicura oltre alla conoscenza dei propri limiti e potenzialità, punti, questi, di partenza per uscire dal disorientamento generale e dal malessere esistenziale. La Scienza Numerologica può aiutare in questo intento.

Con un semplice calcolo aritmetico la numerologia permette di scoprire potenzialità nascoste, aspirazioni intime e limiti del carattere di ognuno. Certamente si può contestare tutto, l’idea di un Ente supremo, la legge del Karma e della reincarnazione, anche l’idea stessa dell’evoluzione, ma nessuno potrà mai contestare né dimostrare il contrario di quello che sentiamo di essere, di ciò che scopriamo di noi stessi. Anche la persona più scettica, disillusa, priva di motivazioni e di spinte ideali, quando comincia a conoscersi (all’inizio con un po’ di meraviglia e perplessità) senza veli e illusioni sicuramente avvertirà lo stimolo, l’istinto assopito, il gusto di conoscersi e quindi di perfezionarsi. Se poi coltiva questa spinta consapevolmente, otterrà il primo risultato di immenso valore: da individuo passivo e disorientato diventerà un Io forte, capace di vivere la vita come una persona che sa ciò che vuole e dove vuole arrivare per sentirsi finalmente pienamente realizzata.

numerolgiaCHE COSA E’ LA NUMEROLOGIA?

Cenni storici

La numerologia è lo studio del significato simbolico dei numeri semplici da 1 a 9 per conoscere il carattere di una persona, i suoi influssi energetici e quali fini raggiungere nella vita.

E’ divenuta scienza nel senso che si basa su un sistema codificato di regole sperimentate da millenni in molte civiltà e culture: qualità e carenze, potenzialità e limiti oltre al destino di una persona, nel suo progressivo sviluppo, prendono la forma di semplici numeri con le loro rispettive combinazioni.

E’ un metodo preciso ed efficace, facile e affascinante per conoscersi rafforzando nello stesso tempo le energie vitali e allargando i confini della propria esperienza.

Per capire l’importanza dei numeri è utile ricordare che il numero ha avuto un ruolo importantissimo nella nascita e crescita delle prime civiltà in ogni continente perché facilitava il calcolo nelle operazioni più elementari della vita quotidiana, come contare il numero degli animali del gregge, dei pani e dei frutti raccolti, dei pesci pescati e dei manufatti per il baratto ecc..

Nel corso della storia il numero assume un carattere mistico-filosofico arcano acquistando un potere magico.

Sacerdoti e sovrani nell’antico Egitto, capi tribù e sciamani nelle popolazioni africane asiatiche e mediterranee diventano i depositari di questo potere dominando la volontà della loro gente.

Sumeri, Caldei e poi Babilonesi creano il sistema sessagesimale, ancora in uso ai nostri giorni per calcolare le ore, i minuti, i secondi e gli angoli in geometria, ma solo nella cultura greca del VI sec. a.C. il numero diviene strumento di indagine matematica per spiegare la natura del mondo e dell’uomo.

Pitagora, filosofo greco del VI sec. a.C., attribuisce al numero l’essenza della realtà visibile e invisibile per cui gli eventi, i fenomeni e gli esseri della natura sono regolati da proporzioni numeriche cioè dai numeri, anche l’uomo non è altro che un numero, il principio supremo, l’Arché.

Con Pitagora e la sua scuola il numero acquista anche un valore simbolico: ogni numero esprime delle qualità divenendo simbolo di qualcosa: il 10, simbolo della perfezione, il pari dell’infinito, il dispari del finito, l’1 della potenza del divenire, il 2 della divisione e separazione, il 4 della struttura forma e fondazione ecc..

A Pitagora si attribuisce la paternità della numerologia applicata allo studio del carattere umano. Infatti si dice (moltissime sono le leggende sulla vita di questa grande guida dell’umanità) che il maestro-filosofo prima di accettare un allievo nella sua scuola, lo esaminasse in base al nome e alla data di nascita per capire se era adatto agli studi da intraprendere: da qui il nome “numerologia pitagorica”

Nello studio del carattere di una persona è importante anche la vibrazione del nome e ciò è testimoniato da racconti di studiosi di usi e costumi di popolazioni sparse nei continenti asiatico, africano e americano. Herman Schurtz racconta nella sua “Storia della origine della cultura” che in alcune popolazioni africane, asiatiche e americane si cambia il nome di una persona all’inizio di determinati periodi di vita nuovi e importanti (c’è una corrispondenza con i cicli di vita pitagorici) perché cambia la personalità, quindi nome=personalità, chi non ha nome non ha personalità e non si distingue dal gruppo.

Frazer nella sua “Età dell’uomo” e “Sulla storia dei numeri” racconta che nell’interno della Liberia l’ingresso di un fanciullo nel mondo degli adulti è festeggiato (prima che l’influsso occidentale cancellasse i rituali tribali) come una vera e propria rinascita che avveniva tramite un rito iniziatico da cui usciva uomo con un nome diverso.

Nell’isola di Giava, ancora nei primi 40 anni del nostro secolo, quando una persona stava per morire, i famigliari gli davano un nuovo nome per deviare gli spiriti della morte e fare entrare nuove energie.

Nel Nuovo Testamento è sufficiente ricordare che Gesù Cristo cambia il nome a Simone chiamandolo Pietro, quando gli affida la costruzione della Chiesa Cristiana e Saul, quando viene inviato a diffondere il Vangelo, cambia nome in Paolo.

Perché questi cambiamenti?

Perché i nuovi nomi davano vibrazioni-energie adatte a svolgere le loro missioni. Attori scrittori e artisti cambiano spesso i loro nomi di origine con pseudonimi per le stesse ragioni.

 a cura di Mario Ramponi

Vai al CORSO DI NUMEROLOGIA PITAGORICA

Zea Consiglia

[products ids=”3312, 3288″ sku=””]
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.